EVENTS, Senza categoria

HOAS – History of a Style

Immagine

HOAS, History of a Style, quattro giornate (dal 22 al 25 maggio 2019) nelle quali la moda è stata la protagonista. Ha fatto da cornice una delle location più prestigiose di Torino, le OGR, che sono state organizzate di modo da far risaltare al meglio il lavoro degli stilisti, attraverso l’allestimento di tre mini rooms dedicate agli stilisti torinesi e tre maxi rooms dedicate al brand della serata, uno diverso per ogni sera, rispettivamente Eleventy per la moda uomo, Bagutta per la moda donna, Tom Rebl per la moda street e Carlo Pignatelli per la moda cerimonia. Room multimediale, sartoriale e fotografica, queste le maxi rooms dedicate ai brand sopracitati: un vero e proprio percorso, che si è concluso con la sfilata serale, per immergersi completamente nel mondo della moda e capire quanto impegno, passione e dedizione ci siano dietro alla creazione di una collezione. E’ proprio questo uno degli elementi che mi affascina di più del settore, sembra tutto facile, ma in realtà non lo è affatto, sono necessari creatività, testa, sacrifici, duro lavoro. Ma poi, la cosa più bella è veder brillare gli occhi di chi fa e fruisce di moda/arte, vederci l’amore, quella luce che permette di andare avanti contro ogni difficoltà e di scoprire quanta bellezza c’è ancora nel mondo, o almeno sperarci. A me personalmente succede questo quando sono in contatto con moda e arte, ma soprattutto quando oltre ad osservarla, c’è la possibilità di viverla, come è stato possibile con HOAS.

Mini rooms e stilisti torinesi

Le OGR hanno aperto le porte per HOAS tutte le giornate alle 16.00 e i protagonisti del pomeriggio sono stati gli stilisti torinesi che hanno esposto nelle mini rooms le loro collezioni e hanno raccontato il proprio brand attraverso le conferenze al pomeriggio, nelle quali abbiamo anche potuto ammirare i loro capi attraverso delle sfilate. Durante il pomeriggio hanno partecipato anche i ragazzi degli Istituti Zerboni e Bodoni per un progetto di scuola-lavoro, i primi hanno avuto la possibilità di interagire con gli stilisti, che hanno potuto dare loro preziosi consigli per il futuro lavoro che vorranno intraprendere, invece gli studenti del secondo Istituto citato si sono esercitati a scattare delle fotografie.

I brand torinesi della prima giornata dedicata alla moda uomo sono stati Ervè Jacques, sartoria Daniel Robu e Ivan Guerrera; quelli della seconda giornata dedicata alla moda donna sono stati Maatroom, Righe à Pois e Sara Barbieri Design; per quanto riguarda la terza giornata dedicata alla moda street abbiamo avuto Twicetoonice, Urbanart e Illusory; la quarta giornata invece è stata dedicata a Manuela Gómez, TorinoHavana e Nina Tauro.  Potete vedere le loro bellissime collezioni nelle mie stories in evidenza “FashionShow&Pres” e “FashionShowPres2” sul mio profilo Instagram @_style_aholic_ .

Eleventy fashion show

PicsArt_05-29-07.57.59

“Un’esperienza, un viaggio, un guardaroba” è la nuova collezione FW 2019/20 di Eleventy, con direttore creativo Marco Baldassarri, protagonista della prima serata di HOAS, dedicata alla moda uomo. La collezione è un’interpretazione giovane e dinamica di capi elegantissimi ed è dedicata al viaggio, sia fisico, per esempio attraverso l’utilizzo di classici tessuti british, che intimo e personale, attraverso l’utilizzo di maglie trattate ad effetto “casentino”, come i  vecchi cappotti dei nostri nonni, un vero e proprio viaggio nel tempo, e l’introduzione di capi che possono rievocare vecchie emozioni, un viaggio nei ricordi, per esempio il pullover “used”. Importante nella collezione è il focus sui tessuti: lane pregiate e lana-cashmere sono i protagonisti. La collezione mi affascina molto per la creatività nella sua “portabilità”, infatti sono accostati caratteri creativi e freschi tipici dello stile young , come per esempio i tagli vivi, a capi classici (ma elegantissimi), con una grande attenzione all’esigenza della modernità. Per vedere la collezione completa, andate a guardare il video che ho pubblicato sul mio profilo Instagram @_style_aholic_ .

Bagutta fashion show

PicsArt_05-29-03.48.48

Bagutta è il brand che ha sfilato durante la seconda serata, dedicata alla moda donna, con la sua collezione SS 2020, disegnata dalla nuova giovane designer Vanna Quattrini. La collezione è dedicata ad una donna sofisticata, senza tempo e sempre alla moda e ruota intorno al capo iconico del brand, la camicia, vista in tanti modi diversi, segno di una grande creatività e voglia di innovazione e modernità abbinati a qualità e tradizione. Camicie e bluse, chemisier e pajama suits i capi principali, contraddistinti da tessuti fluidi e stampe, quali pois, fantasie e righe. Ho adorato i fiocchi e i nastri sulle maniche, particolari femminili inseriti in un gioco di volumi oversize. Per vedere la collezione completa, andate a guardare il video che ho pubblicato sul mio profilo Instagram @_style_aholic_ .

Tom Rebl fashion show

PicsArt_05-29-03.41.49

Protagonista della terza serata è stata la moda street con  la collezione FW 2019/20 di Tom Rebl, dedicata sia alla donna che all’uomo e ispirata alla luna, precisamente alla sua doppia natura, quella più dark e quella più colorata ed esuberante. I colori principali sono infatti il nero e colori vivaci come l’arancio, il giallo metallizzato e il rosso. Tornando al tema della luna, Reblution Tomoon è il gioco di parole creato dallo stilista per questa collezione. Le forme dei capi che hanno sfilato sono innovative e contano pezzi decostruiti e ibridi, come la giacca/camicia, volumi oversize per pantaloni e capospalla e felpe con applicazioni che creano un effetto 3D. Il tutto immerso in un’atmosfera surrealista e suggestiva, nella quale lo spettatore è libero di interpretare ciò che vuole in base alle emozioni che scaturiscono dalla sfilata. Per vedere la collezione completa, andate a guardare il video che ho pubblicato sul mio profilo Instagram @_style_aholic_ .

Carlo Pignatelli fashion show

PicsArt_05-29-03.45.28

“Storia di un sogno” è la collezione cerimonia 2020 di Carlo Pignatelli. Una collezione che accompagna gli sposi in una dimensione magica in cui tutto è possibile. Che cos’è il sogno? L’appagamento camuffato di un desiderio rimosso e una via privilegiata per arrivare all’inconscio, direbbe Freud, io lo penso piuttosto come un desiderio che si vuole realizzare, qualcosa di grande, bello, meraviglioso. E’ importante avere sogni e obiettivi nella vita, ci permettono di andare avanti e affrontare le sfide di ogni giorno per raggiungere la nostra meta, ma soprattutto goderci il viaggio verso ciò che ci attende. I capi della collezione di Carlo Pignatelli si ricollegano al sogno (d’amore) e richiamano le atmosfere nobiliari delle storiche dimore aristocratiche; sono anche pensati per degli sposi attenti alla sostenibilità, un esempio si trova nelle spieghe lavorate in corda sul rever dei blazer da uomo e nell’utilizzo di materiali puri e nobili quali lino, seta e cotone. Per la sposa, raffinata, unica, si propongono volumi importanti e romantici, cromie delicate, forme scultoree e un design ispirato ai giardini all’inglese. Ho adorato i ricami sulle trasparenze e la scollatura sulla schiena di un abito in particolare. Per lo sposo il tema degli interni dei palazzi signorili è visto nelle decorazioni gioiello sui completi e fantasie dal leggero tocco surrealista, per un uomo che non ha paura di osare con grande eleganza nel suo grande giorno. Per vedere la collezione completa, andate a guardare il video che ho pubblicato sul mio profilo Instagram @_style_aholic_ .

 

8 pensieri su “HOAS – History of a Style”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...